Universal time (UTC/GMT)

Tre appelli di Gesù

L’evangelo di Matteo ha raccolto tre appelli di Gesù che noi, suoi seguaci, dobbiamo ascoltare con attenzione, perché possono trasformare il clima di scoraggiamento, stanchezza e noia che a volte si respira in qualche settore delle nostre comunità.

Il Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro, è il primo appello. È diretto a tutti quelli che vivono la loro religione come un carico pesante. Non sono pochi i cristiani che vivono oppressi dalla loro coscienza. Non sono grandi peccatori, Semplicemente sono stati educati a tenere sempre presente il loro peccato e non conoscono la gioia del perdono continuo di Dio. Se s’incontrano con Gesù, si sentiranno ristorati.

 Ci sono anche cristiani stanchi di vivere la loro religione come una tradizione invecchiata. Se s’incontrano con Gesù, impareranno a vivere felici con Dio. Scopriranno una gioia interiore che oggi non conoscono. Seguiranno Gesù non per obbligo ma per attrazione.

Prendete il mio giogo sopra di voi, perché è dolce e il mio peso leggero. È il secondo appello. Gesù non opprime nessuno. Al contrario, libera il meglio che c’è in noi poiché ci propone di vivere facendo la vita più umana, degna e sana. Non è facile trovare un modo più appassionante di vivere.

Gesù libera da paure e pressioni, non le introduce; fa crescere la nostra libertà, non le nostre schiavitù; risveglia in noi la fiducia, mai la tristezza; ci attrae verso l’amore, non verso le leggi e i precetti. Ci invita a vivere facendo il bene.

Imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. È il terzo appello. Dobbiamo imparare da Gesù a vivere come lui. Gesù non complica la nostra vita. La fa più chiara e più semplice, più umile e più sana. Offre riposo. Non propone mai ai suoi seguaci qualcosa che egli non abbia vissuto. Ci invita a seguirlo per la stessa via che egli ha percorso. Per questo può comprendere le nostre difficoltà e i nostri sforzi, può perdonare le nostre lentezze e i nostri errori, animandoci sempre a rialzarci.

Dobbiamo concentrare i nostri sforzi nel promuovere un contatto più vitale con Gesù in tanti uomini e donne che hanno bisogno d’incoraggiamento, riposo e pace. Mi rattrista vedere che è proprio il loro modo d’intendere e di vivere la religione che conduce non pochi, quasi inevitabilmente, a non conoscere l’esperienza di confidare in Gesù. Penso a tante persone che, dentro e fuori della Chiesa, vivono “smarriti”, senza sapere a quale porta bussare. So che Gesù potrebbe essere per loro la grande notizia.

http://eclesalia.wordpress.com/

Fraternity, a challenge for our time
Vichy (France)
Lun Lug 24, 2017


Dom Ago 28, 2016 @08:00 - 05:00PM
Bosnien
Suschlag
Bosnien, Brennpunkt der Geschichte und der Religionen

WDS Twitter Widget

Adrian Pereira remains an icon of Pax Romana. He embodies the real spirit of Pax Romana. He simply practices what... https://t.co/JtYXQnQhN5
Why and how the West (so called first world) messes up the developing world. https://t.co/M0ryanQzLo
Look at this so called President for a country that calls itself 'first world'. We need a redefinition of this... https://t.co/etHay6rtvn
As a native of Africa and a Pan Africanist, I still think those imperialists who colonized Africa did too much... https://t.co/o4rORFArEp
On the occasion of an European meeting in Paris, there was also a working session for the international Pax... https://t.co/HSGUI0jpBn
La paz en la agenda electoral Colombiana https://t.co/J8lMjipvo7
Faire le premier pas en Colombie https://t.co/qmwEDtwFRR
For the celebration of St Patrick's day, you may drink a beer ! there are also other ways to celebrate the day ! https://t.co/saXLpx9z6c
When the Kenyan minister told the Americans and europeans the naked truth. I love this so so so much. https://t.co/yIf0M3Bk9Q